Skip to content

Esperienza di Laboratorio classe IV

Obiettivo di questa esercitazione è riconoscere il verificarsi della reazione di denaturazione proteica a seguito di variazioni di pH e di solvente.

Nel corso di questa esercitazione i ragazzi hanno potuto sperimentare il cambiamento macroscopico che si verifica nella frazione proteica di alimento (uovo, latte) all’aumentare  dell’acidità con l’utilizzo di succo di limone e all’aggiunta di un solvente in grado di rompere i legami responsabili della conformazione proteica tridimensionale.

Esperienza di Laboratorio Classe II - La Decantazione

Obiettivo di questa esercitazione è riconoscere una miscela eterogenea formata da due liquidi immiscibili come olio di oliva ed acqua e sperimentare la separazione della fase oleosa per decantazione.

Nel corso di questa esercitazione i ragazzi hanno potuto sperimentare la realizzazione di una miscela eterogenea di acqua ed olio, in cui le due fasi presenti sono facilmente riconoscibili anche grazie al diverso colore delle due componenti. Hanno osservato come, a seguito di una più o meno energica agitazione, le due componenti liquide tendevano più o meno velocemente a tornare separate, e si sono cimentati nella separazione delle due componenti mediante la tecnica della decantazione, utilizzata nei frantoi per la separazione dell’olio di oliva dall’acqua di vegetazione fino a meno di un secolo fa.

Questa esperienza ha incentivato i ragazzi a sperimentare l’attesa (che le due fasi fossero il più possibile separate nella provetta), l’attenzione all’esecuzione corretta delle operazioni (inserire la pipetta nel liquido senza insufflare aria per non miscelare nuovamente le componenti) e la concentrazione sui movimenti fini (recuperare esclusivamente la fase oleosa).

Esperienza di Laboratorio Classe I - La Filtrazione

Obiettivo di questa esercitazione è riconoscere una miscela omogenea ed una eterogenea, ed individuare nella modalità di filtrazione una tecnica di separazione possibile per una miscela eterogenea di acqua e sabbia.

I ragazzi hanno potuto sperimentare il diverso comportamento di una miscela di acqua e sale e di una di acqua e sabbia. Nel primo caso il sale si scioglieva completamente e si poteva riconoscere una miscela omogenea, in cui era presente una sola fase, nel secondo caso invece la sabbia non si scioglieva ma rimaneva sul fondo del contenitore, dando luogo ad una miscela eterogenea.

Dopo aver adeguatamente preparato i materiali per la filtrazione (beuta, imbuto, carta da filtro opportunamente piegata ed inumidita), i ragazzi hanno attuato la tecnica della filtrazione per separare i componenti della miscela eterogenea e recuperare la sabbia che inizialmente avevano aggiunto al sistema.

Torna su