vai al contenuto principale

Azienda Vitivinicola Casale Mattia

Azienda integralmente in coltivazione biologica dal 1995: vigneto e uliveto.

L’azienda Vitivinicola si articola su 15 ettari.
Si trova a Colle Mattia, zona dei Castelli Romani tra le piu’ vocate alla
coltivazione della vite da vino, a pochi chilometri dall’Istituto.

L’Azienda ha un’estensione di circa 15 HA, nel vigneto e’ possibile seguire tutto il processo dalla coltivazione della vite in biologico, presso la modernissima cantina enologica si assiste al processo di fermentazione sino all’imbottigliamento del prodotto finito.

Nell’Azienda ci sono, una coltivazione d’ulivi, un frutteto, e spazi adibiti alla coltivazione in biologico dei cereali più comuni, utilizzati dai ragazzi per lo svolgimento delle esercitazioni pratiche previste in quest’indirizzo di studi, come la potatura, l’irrigazione, la lotta biologica, la concimazione, la raccolta e tutti gli eventuali interventi straordinari.

Esercitazioni pratiche sul campo e lezioni teoriche

L’alunno in questo modo ha l’opportunità di confrontare sul campo ciò che ha appreso durante le lezioni teoriche nelle
discipline tecniche: “Produzioni Vegetali” e “Produzioni Animali”.

Sono previsti itinerari di coltivazioni della vite in biologico e, grazie alla sala di degustazione presente in Azienda,
lezioni sul “bere enoico”.

Durante gli ultimi periodi fenologici che la Vite affronta iniziando la fase di maturazione, gli acidi contenuti negli acini
ancora immaturi, si trasformano presto in zuccheri grazie alle preziose sostanze nutritive presenti nel terreno, ai raggi
solari e alla temperatura climatica e quando il grado zuccherino e’ stabile, si avvia la vendemmia.

Questa è un’operazione che dona fatica e piacere nei vigneti.

Gesta che si perpetuano da millenni

Da millenni in questo periodo si perpetuano le stesse gesta che porteranno alla produzione del prodotto finito.

Con le moderne tecnologie, tipiche anche della nostra Azienda, successivamente alla raccolta che invece avviene con metodi tradizionali, l’uva e’ convogliata nella moderna cantina e lavorata.

Poi il mosto viene messo a fermentare nei grandi tini d’acciaio a temperatura controllata, dove tutti i processi della
fermentazione lo trasformeranno in pregiato vino.

Nella sala degustazioni presente nell’azienda, è possibile svolgere lezioni pratiche sull’analisi visiva – olfattiva – gustativa per il riconoscimento delle caratteristiche organolettiche dei vini.

Sarà possibile seguire anche delle lezioni base sull’invecchiamento dei vini e il bariccaggio degli stessi.

Gli alunni, in particolare della classe quinta, sono accompagnati dai docenti in Azienda per seguire tutto il processo.
Sono invitati poi a compilare delle relazioni che saranno discusse in classe permettendo agli alunni stessi di far proprie queste nozioni di base che saranno poi ampliate nel corso di studi.

Al quinto anno con la disciplina di Trasformazione dei Prodotti e le varie esercitazioni di laboratorio, si entrera’ nello specifico dei vari processi di trasformazione.

Formazione degli studenti dal punto di vista zootecnico

Dal punto di vista zootecnico, i nostri ragazzi, sin dal primo anno, durante le esercitazioni pratiche, scoprono il mondo della zootecnia attraverso la conoscenza delle varie tipologie di alimenti somministrati abitualmente agli animali:
dalle comuni granaglie agli estrusi, i moderni mangimi che contengono (grazie proprio al processo detto “estrusione”), tutti i principi nutrizionali bilanciati in giuste percentuali per assicurare il benessere e la longevità degli animali in ogni periodo dell’anno.

Successivamente dal terzo anno, attraverso il subentro delle discipline tecniche, approfondiranno ed amplieranno dette conoscenze.

Tra i volatili presenti nel complesso, sono stati acquistati anche dei pulli di Germano Reale, in estate, quando la maggior parte dei pennuti affronta il delicato periodo detto muta, cioè il cambio del piumaggio, è  necessario somministrare  prodotti vitaminici che sono d’aiuto all’animale.

A volte e’ possibile prelevare le uova di alcune specie, per porle nell’incubatrice, dove gli alunni seguono tutte le fasi sino alla schiusa.

I ragazzi sono tutti invitati poi, alla cura e allo svezzamento dei pulcini durante le ore d’esercitazione previste.

Tali attività pratiche possono essere svolte presso le aziende Partners ma soprattutto presso il parco didattico  Esperienziale dell’istituto.

Torna su